Fistole anale - SITO INFORMATIVO DEL DOTT. MASSIMO CAPOROSSI

!--Start of Zopim Live Chat Script-->
CASTELLI.IT
  PROCTO
Vai ai contenuti

Menu principale:

Fistole anale

Chiedi al Medico

Vorrei una consulenza riguardo una fistola , è da circa 7-8 mesi che ogni tanto mi esce sangue dietro il sedere, non riece a guarire , ho fatto un'ecografia e mi è stato riscontrato un piccolo tramite fistoloso da associare ad una piccola raccolta, magari se non la disturbo mi potrebbe dire di cosa si tratta? io ho veramente paura, non voglio soffrire.
Risposta: Si tratta probabilmente di una fistola anale, cioè di una comunicazione tra il canale anale e la regione perianale, passando attraverso la muscolatura anale, ovvero gli sfinteri. Le fistole vengono classificate in base a quanto e come vengono coinvolti questi muscoli. Nella maggior parte dei casi la terapia è chirurgica. Per altre informazioni può consultare il sito alla voce "proctologia, patologie".

Sono preoccupata. da diversi giorni avverto fastidio in zona anale. quando cammino soprattutto avverto una sensazione di bruciore, tagli, raschi, come la sensazione di spilli ma anche quando sono seduta avverto come la presenza di un corpo estraneo e fino a pochi giorni fa (è da qualche giorno che non esco più per evitare che il fastidio peggiori) erano presenti in zona anche foruncoletti bianchi, brufoletti, non riesco a distinguere bene cosa siano ad occhio nudo ma toccandoli avvertivo dolore,come se all'interno ci fosse pus. Sono preoccupata, ad oggi i foruncoletti non mi danno fastidio anche se la pelle in zona anale è arrossata e non uniforme, come se ci fossero piccole abrasioni. quello che mi preoccupa è l'immagine che ho fotografato e allegato. Non riesco a capire cosa sia, ho paura che sia qualcosa di grave come emorroidi, ragadi, fistole o qualcosa di più grave ancora.

Risposta: Dalla foto che mi ha inviato mi sembra di apprezzare un ascesso nella parte posteriore dell'ano. In questo caso occorrerebbe una terapia antibiotica ed una visita proctologica.

MI E' STATA DIAGNOSTICATA UNA SOSPETTA FISTOLA ANALE, DOPO VISITA PROCTOLOGICA, TUTTAVIA NON E' STATO TROVATO MAI IN TRE VISITE DIFFERENTI FATTE DA PROCTOLOGI DIVERSI IL TRAMITE FISTOLOSO ANALE. A QUESTO PUNTO LE CHIEDO : E' SUFFICIENTE UNA ANOSCOPIA PER IDENTIFICARE LA FISTOLA E IL SUO PASSAGGIO O BISOGNA FARE ALTRO APPROFONDITO ESAME? GRADIREI SUA RISPOSTA.. GRAZIE N.B HO AVUTO IL DRENAGGIO PER ASCESSO PERIANALE 4 MESI FA LA FERITA E' CHIUSA NON HO SINTOMI DI FISTOLIZZAZIONE.

Risposta: Spesso la comparsa di un ascesso perianale è sostenuta da una fistola. Tuttavia a volte ad un esame proctologico, specie se il tramite è piccolo o profondo, la fistola può sfuggire. In questo momento di quiescenza della malattia Le consiglierei di effettuare una ecografia endoanale con sonda rotante, esame altamente sensibile, che potrà confermare o meno la presenza della fistola.

Dopo circa 7-8 mesi che soffrivo di fuoriuscite di sangue da un forellino vicino l'ano che mi era stato diagnosticato prima come una cisti sacro-coccigea e poi come fistola, sono stato operato 15 giorni fa per una fistola perianale..il medico che mi ha operato mi ha detto che era superficiale, quindi la ferita è rimasta aperta (come si dice a pacchetto?), senza punti e senza setone e ora si stava rimarginando. Senonchè dopo 15 giorni di semplici pulizie (bidet) e medicazioni, stamattina mi sono ritrovato di nuovo pieno di sangue vivo che fuoriesce dalle ferita. Sospetto che l'intervento non sia andato bene. Ho chiamato il medico che mi ha operato e ritorno venerdì in ambulatorio per una visita. Sono molto depresso. Lei che ne pensa?

Risposta: Stia tranquillo la perdita di sangue da una ferita "aperta" è tutt'altro che un segno negativo. E' solamente la conseguenza della ricrescita del tessuto che è più fragile e ipervascolarizzato e quindi sanguina facilmente.

Mi sono recato presso lo studio di un chirurgo in quanto avevo dei fortissimi dolori vicino all'ano, e il medico dopo avermi visitato mi ha fatto uscire tanto pus da un foro naturale e mi ha fatto una legatura all'interno dell' ano. Ad oggi la situazione è che ho ancora dolori non forti come prima e dal buco naturale esce ancora pus oltre ad avere senso di pesantezza al retto e bruciori. Il medico mi ha detto di fare le medicazioni immettendo una garza imbevuta di rocefin all'interno del buco e dopo avermi ieri visitato mi ha detto che la fistola è guarita. Dato che è passato quasi un mese e non vedo grossi miglioramenti vorrei da lei un consiglio

Risposta: Non capisco molto bene la relazione tra la legatura e il trattamento della fistola. Forse si è trattato del posizionamento di un setone attraverso la fistola che è poi caduto. Allora tutto avrebbe un senso. In ogni caso Le consiglio di ripetere una visita proctologica e una ecografia endoanale per avere un quadro più completo della situazione locale.

 
 
Bookmark and Share
Torna ai contenuti | Torna al menu